Abramo l'ha già detto (Revista Recupera 116)

30/12/2020
Il mondo non sarà più lo stesso dopo il COVID 19. Non solo per motivi di salute, ma anche per i cambiamenti che stanno avvenendo a livello economico e sociologico. In generale, c'è più consapevolezza ambientale. Sono in corso altre attività all'aperto e con ciò sono aumentate le vendite di abbigliamento sportivo e biciclette. Contemporaneamente, dovendo lavorare da casa ed uscire di meno, in generale, è aumentata la vendita di divani, elettrodomestici, tv e computer. Situazioni sorprendenti ma reali. Questi sono solo un paio di esempi che i cambiamenti sono qui per restare.

Nel nostro settore l'incidenza è irregolare. Sono aumentate le vendite online con consegna a domicilio e con essa i consumi di cartone e imballaggi. Si prevede invece un calo delle vendite di auto del 30% entro la fine dell'anno, ma il settore automobilistico, essendo un settore ciclico, sembra in ripresa. Il settore più colpito sarà il turismo e l'ospitalità in Spagna. Un settore che può generare oltre il 40% del PIL se si contano tutte le attività dirette, oltre a quelle indirette come l'edilizia, la produzione di mobili, i trasporti, ecc. Troppi cambiamenti in poco tempo ancora difficili da valutare.

È evidente che il COVID 19 ci sta colpendo nella nostra attività, ma il settore resiste per la sua innata capacità di adattamento e resilienza. La Gilda, sempre attenta ai bisogni dei nostri soci, mantiene una buona salute sia per numero di soci che per progetti in corso.

Dopo molti anni di trattative con l'Agenzia dei Rifiuti della Catalogna (ARC), hanno approvato una nuova linea di sussidi, dove assegnano 5 milioni di euro che torneranno a gestori privati. Dal Gremi siamo riusciti a far verificare all'ARC l'infrazione che il pagamento, da parte dei gestori, della tassa sui rifiuti urbani una volta entrati nel nostro impianto. Il Gremi ha visto, in qualche modo, riconoscere i suoi postulati per ottenere la restituzione di parte di questa differenza come sovvenzione diretta. Dal Gremi riteniamo che, così come CANON è una pressione permanente nella gestione dei rifiuti, gli aiuti devono essere permanenti nel tempo e non solo nelle sovvenzioni.

D'altra parte, dopo anni di incubazione dell'idea, il Gremi ha lanciato un progetto che sottolinea la nostra importanza nella società. Dopo un anno di applicazione, abbiamo presentato il sigillo di riciclabilità degli imballaggi all'ultimo congresso BIR con notevole accettazione. La storia viene da lontano. Storicamente, l'industria ha accolto ogni nuova confezione sofisticata perplessa dalla crescente complessità del riciclaggio. Erano stati progettati per criteri di costo, estetici o di usabilità, ma raramente per la riciclabilità. Il Gremi, consapevole della propria difficoltà, ha deciso di sviluppare, insieme all'ingegneria Dríade Environmental Solutions, una metodologia solida e coerente con una vera economia circolare. Prevede la valutazione delle seguenti fasi della vita del contenitore: Consumo, Flusso di raccolta, Classificazione, Processo di riciclaggio e Qualità del materiale riciclato ottenuto. Con l'analisi di queste fasi si ottiene la percentuale di riciclabilità qualitativa e quantitativa del contenitore. Con questa valutazione vengono avanzate anche proposte di miglioramento e revisione. Le aziende possono decidere se implementare le proposte, scartare l'imballaggio o rimanere a questo punto dell'analisi. Il certificato di riciclabilità può essere presentato in formato stella (da 1 a 5 a seconda dei risultati) o in percentuale. Sappiamo che è solo l'inizio di un progetto più ampio, ma rappresenta un cambiamento di tendenza molto importante perché il settore è pienamente coinvolto nel raggiungimento di miglioramenti progettuali che miglioreranno il processo di riciclo e la tanto attesa economia circolare.

A completamento del progetto precedente, abbiamo recentemente sviluppato il Certificato di circolarità dei rifiuti. I Gremi ci lavoravano da anni. Nasce dalla necessità di un noto marchio di moda di mostrare al consumatore il suo coinvolgimento nel processo di riciclaggio dei contenitori che utilizza per confezionare i suoi prodotti. Con questa valutazione il produttore del rifiuto ottiene una percentuale di circolarità fornita dalla società di gestione e dall'azienda produttrice con il codice LER del rifiuto. Si basa sullo studio della sua reale circolarità. I vantaggi sono ampi. È possibile evitare inutili intermediari, fidelizzare il rapporto tra produttori e gestori dei rifiuti, e lasciare fuori dal circuito i gestori non autorizzati.

Un altro progetto di cui noi del Gremi siamo particolarmente orgogliosi, in quanto storicamente siamo stati prescrittori, è l'implementazione in Spagna del SDDR (Container Return, Deposit, and Recycling System). Il tempo ci sta dando ragione. In Spagna, fino ad oggi, c'è stato fin dall'inizio una mancanza di coraggio e determinazione politica, ma ogni mese che passa la ragione prevale. Alcuni mesi fa sono stati Portogallo e Paesi Bassi ad approvare l'SDDR. Questo mese, anche la Nuova Zelanda annuncia un sistema di deposito entro il 2022. Anche lattine e bottiglie di alluminio, plastica e vetro saranno vendute in deposito. Ma la notizia rilevante del mese è stata l'annuncio dell'industria europea delle bibite analcoliche e dell'acqua in bottiglia

“Il COVID 19 sta colpendo la nostra attività, ma il settore resiste per la sua innata capacità di adattamento e resilienza”.

(EFBW e UNESDA), per supportare l'SDDR come sistema appropriato per conformarsi alla direttiva nel continente. È una svolta radicale nella sua posizione precedente. Allo stesso tempo, Greenpeace ha lanciato una campagna molto aggressiva che scuote l'attuale sistema di riciclaggio degli imballaggi in Spagna. Mi piace ricordare in questo momento una frase attribuita ad Abraham Lincoln che mi sembra appropriata “Puoi ingannare il mondo intero qualche volta. Puoi ingannare qualcuno tutto il tempo. Ma non puoi ingannare tutti in ogni momento".

Saverio Riba,

Presidente del Gremi de Recuperació de Catalunya
xriba@gremirecuperacio.org

Scarica in PDF:

Articolorecuperare-116_v2-1-3

Scarica i migliori temi WordPress Download gratuito
Scarica i migliori temi WordPress Download gratuito
Scarica temi WordPress
Scarica i migliori temi WordPress Download gratuito
download gratuito del corso di lynda
scarica il firmware di lenevo
Scarica temi WordPress gratuiti
download gratuito di udemy

Noi

Siamo specializzati nel trattamento di prodotti di consumo fuori uso, nonché nella gestione integrale dei rifiuti industriali e nel recupero dei rottami metallici in generale. Coprire le esigenze di approvvigionamento dei nostri clienti con garanzie e fornire servizi di gestione dei rifiuti alle aziende con la massima efficienza in qualsiasi punto geografico della penisola iberica.

America Latina

Spagna