Il progetto WEEE-Trace supera le 20.000 tonnellate di RAEE gestite con tracciabilità completa

Fin dalla sua istituzione, appena tre anni fa, il progetto di eco-innovazione WEEE-Trace, guidato dalla Fondazione Ecolec, ha gestito con una tracciabilità completa oltre 20.000 tonnellate di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). Un sistema in piena fase di implementazione, progettato per aumentare la quantità di "rifiuti elettronici" gestiti, segue sempre il suo percorso ed evita perdite a circuiti paralleli incontrollati o illegali.
Un sistema che, oltre a controllare la gestione dei RAEE, garantendone il follow-up e il monitoraggio dei flussi, riduce significativamente la documentazione amministrativa e di elaborazione relativa ai processi di riciclaggio dei RAEE. Il progetto WEEE-Trace, scelto il 1 marzo 2011 dall'Agenzia esecutiva per la competitività e l'innovazione europea (EACI), durerà fino a luglio 2014. Un'iniziativa, guidata da Ecolec e MCCTELECOM come fornitore della soluzione tecnologica, si affida alle più recenti tecnologie (etichettatura e identificazione a radiofrequenza, geolocalizzazione e persino registrazione video) per migliorare il controllo dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche e sostenere i requisiti dell'UE al fine di aumentare i tassi di raccolta e riutilizzo, riciclaggio e recupero.
Nell'ottobre 2012, l'allora progetto pilota gestiva già le sue prime mille unità completamente mappate. Un anno dopo, nel 2013, ha raggiunto le 10.000 tonnellate e ora, sei mesi dopo tale marchio, le 20.000 tonnellate di rifiuti delle apparecchiature elettriche ed elettroniche sono gestite con questo innovativo sistema che controlla i RAEE dal luogo in cui appare nella catena di gestione della Fondazione Ecolec fino al riciclo.
È attualmente nel periodo di implementazione della soluzione nella catena logistica inversa di Ecolec, che conta 79 punti di raccolta, 25 operatori logistici e 59 impianti di trattamento, importi superiori a quelli inizialmente impegnati.
WEEE-Trace mira a raggiungere due obiettivi; il primo, ambientale, con un aumento del 39% nel riciclaggio controllato; una riduzione del 34% delle emissioni di CO2 (a seguito di miglioramenti nel riciclaggio e nella logistica); e un'altra riduzione, quella delle emissioni di CFC, in questo caso del 12%; la seconda delle finalità è caratterizzata da un ritorno sugli investimenti stimato in tre anni; una riduzione dei costi del 5%, minimizzare le frodi e la sua elevata replicabilità.
Informazioni sul progetto WEEE-Trace
Il progetto WEEE-Trace è stato selezionato nel 2011 da AECI, l'Agenzia esecutiva per la competitività e l'innovazione della Commissione europea, nell'ambito del suo programma CIP-Eco-Innovation (un'iniziativa che contribuisce a prodotti, processi o idee innovativi che presentano i vantaggi ambientali e la protezione dell'ambiente sono soluzioni applicabili in condizioni reali per il suo trasferimento sul mercato). Questa iniziativa non solo consente all'Unione europea di affrontare le sue sfide ambientali, ma promuove anche la competitività dell'industria e dello sviluppo economico.

RibaFarre


Noi

Siamo specializzati nel trattamento di prodotti di consumo fuori uso, nonché nella gestione integrale dei rifiuti industriali e nel recupero dei rottami metallici in generale. Coprire le esigenze di approvvigionamento dei nostri clienti con garanzie e fornire servizi di gestione dei rifiuti alle aziende con la massima efficienza in qualsiasi punto geografico della penisola iberica.

America Latina

Spagna

Apri chat